Archive for the BAIL-IN Category


Come tagliare le tasse sui depositi presso le banche e vivere felici guadagnandoci

Da qualche tempo la giacenza media presso i conti correnti in Italia sopra i 5 mila euro è soggetta al fisco. Per evitare questo esborso si può investire all’estero dove le coperture sono sane assicurate e dove il rischio Bail In è inesistente. Gianni Italiano e correntista ci scrive: Salve ho un conto corrente presso un importante istituto bancario italiano. Ho ricevuto un avviso che mi annuncia un aumento del canone annuale del conto corrente di quasi il doppio dell’importo. L’aumento è motivato dal tipo di conto corrente (molto vecchio), ma soprattutto, inspiegabilmente, dalla giacenza di liquido che ho sul conto. La giacenza è dovuta al fatto che non nutro la minima fiducia nell’affidabilità di tutti i tipi di investimento che mi presentano. Mi viene proposto di aprire un diverso tipo di conto corrente, ma il vero problema è nella liquidità. Cosa posso fare? Cambio banca?

Read More...

Bail-In: Se la tua Banca Fallisce chi paga il conto?

BAIL IN / PRELIEVO FORZOSO / RAPINA IN ARRIVO DAL PRIMO GENNAIO 2016 Ma che cosè il Bail-in? E’ un termine anglosassone che gli italiani dovranno da gennaio 2016 imparare a conoscere – e temere – per i prossimi anni a venire, ovvero il prelievo forzoso del tuo conto corrente. Il provvedimento, dopo essere stato emesso in luglio di quest’anno in sordina dalla UE,  è stato approvato in via definitiva dalla Camera nei giorni scorsi, ma in che cosa consiste il bail-in e quali sono i rischi concreti per chi ha un conto corrente in italia?

Read More...

Bail-in Europa: La soluzione? Scappa In Serbia!

#Bail-in / Prelievo Forzoso come puoi difenderti da questo esproprio? Per chi non lo sapesse o non avesse mai letto la Costituzione della Repubblica Italiana dice: all’art. 47 Costituzione–Titolo III – Rapporti economici (artt. 35-47): “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito”. Da oggi questo articolo della nostra costituzione della repubblica è stato letteralmente cancellato all’insaputa del Parlamento Italiano, la cui maggioranza con la Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2014, atto Senato n. 1758, presentato dal Presidente del Consiglio,  approvato dal Senato il 14 maggio 2015 ed il 2 luglio 2015 dalla Camera (Atto Camera n. N. 3123). Inserisce nella legislazione italiana un prelievo forzoso sui conti correnti, obbligazioni e depositi sotto qualsiasi altra forma, in caso di dissesti bancari, limitando perfino il tempo di recupero dei rimborsi delle somme criminalmente espropriate.

Read More...

Bail-In #Prelievoforzoso in Europa è meglio emigrare in un altro paese?

Bail-In / Prelievo forzoso Scopri alla fine come proteggerti da questa Rapina. Da oggi è ufficiale è entrato in vigore  il Bail-in in Europa (prelievo forzoso), ovvero la possibilità da parte delle Banche mettere la mani nei conti correnti dei risparmiatori  in caso di problemi di liquidità per scongiurare il fallimento. Ma facciamo un passo indietro, ma che è potuto accadere che si arrivasse a questa follia? Che cosa dicono i professori dell’economia nostrana? Ad oggi i professori come il dott. Patueli giustificano tale provvedimento dicono che: “ammontare complessivo di 800 miliardi di euro di aiuti alle banche dell’Eurozona in questi anni di crisi finanziaria, solo una piccolissima fetta riguarda l’Italia. La somma degli aiuti di stato, da quanto emerge dai dati Bce, rappresenta l’8% del Pil aggregato dell’area euro (con meno della metà, il 3,3% che al momento è stato restituito), mentre per quanto concerne l’Italia gli aiuti alle banche hanno rappresentato solo lo 0,1% del Pil.” Mettiamo subito in chiaro che questo intervento di “Salvataggio”  è stato fatto sulla schiena degli stati membri dell’unione Europea che hanno stratassato i loro cittadini per salvare le banche private presenti nei vari stati.

Read More...

Prelievo Forzoso / Bail-in: ecco cosa succederà ai tuoi soldi se non ti muovi

Approvato in Europa il Prelievo forzoso sui conti correnti, anche chiamato Bail-In Che cosa potrebbe succedere ai tuoi soldi se non ti muovi? Caso puoi fare per salvare i tuoi risparmi dalla Rapina che avrà luogo il 1 gennaio del 2016? E’ ufficiale l’Europa ha approvato il prelievo forzoso e da gennaio 2016 entrerà in vigore il bail-in: per salvarsi dal fallimento le banche potranno usare i soldi di azionisti e grandi correntisti. Dal 1° gennaio 2016 il bail-in entrerà in vigore in tutta Europa. Lo scorso 10 settembre il Governo Italiano ha recepito la direttiva europea n.2014/59 e approvato nuove norme in materia di risoluzione delle crisi bancarie. Tra i nuovi provvedimenti rientra proprio il cosiddetto bail-in, ovvero una sorta di “salvataggio interno” previsto per le banche sull’orlo del fallimento che a quanto sembra sono già 15 nel mirino della Banca d’Italia. Dopo i controlli sempre più stringenti sui conti correnti imposti dal Fisco in Italia, a quanto pare, le banche potranno anche rapinare i soldi dei correntisti in caso di crisi.

Read More...

Allarme Prelievo forzoso – 4 Banche a rischio

E ora cominciamo a fare i conti Bail-in mette a rischio ben 4 Banche Italiane a rischio fallimento prima di gennaio 2016. I correntisti possono cominciare a tremare. Oggi la notizia è che il bail-in mette a rischio la stabilità del sistema bancario italiano ancor prima di entrare in vigore Se entro fine anno non arriverà il via libera dalla Commissione europea al decreto delegato che avvia il piano di salvataggio da 2 miliardi di euro quetse Banche saranno sicuramente coinvolte nel prelievo forzoso: Banca Marche Banca Etruria CariFerrara CariChieti   tutte e 4 queste Banche sono in fase dissesto finanziario. È quanto emerso ieri in sede di audizioni in Senato, ove, oltre alla necessità di giungere a un punto fermo sugli schemi di recepimento della direttiva 59/2014/Ue sul risanamento delle crisi bancarie, si è sottolineata la delicatezza nell’avere l’ok da Bruxelles sul decreto delegato che sblocca i fondi previsti per il salvataggio dei quattro istituti in difficoltà e a rischio fallimento.

Read More...

Banche Sicure Fuori zona UE – Serbia

Con l’arrivo del Bail In o prelievo forzoso probabilmente sia te che moltissime altre persone si staranno facendo la stessa domanda:   Quali sono le Banche o Istituti Bancari più sicuri?  Devi sapere che IL Bail IN o prelievo forzoso è una norma in vigore solo in Europa gli stati esterni alla zona EU ovvero gli stati confinanti che non fanno parte della comunità Europea non subiscono gli effetti di questo norma “risparmicida” o “furto legalizzato”.   Keywords: Description: Bail in  L’accordo europeo sul bail-in è stato firmato nel giugno del 2013, dopo il salvataggio di Cipro. L’Italia ha recepito a luglio la Direttiva che diventerà operativa dal gennaio del 2016. Per i correntisti la novità sono rilevanti: viene introdotta la “compartecipazione” – nel caso di un dissesto – dei correntisti e degli investitori per pagare parte del debito e quindi evitare il fallimento. Ignazio Visco ha avvisato banchieri e correntisti: le nuove regole «non consentono d’ora in poi il salvataggio di una banca senza un sacrificio significativo da parte dei suoi creditori». Solo in un secondo momento potrà intervenire lo Stato (bail-out). Prelievo forzoso Da alcuni giorni si sente parlare con grande intensità di un nuovo prelievo forzoso sui conti correnti, che ha messo in allarme tutti i risparmiatori d’Italia. E’ una bufala o qualcosa di concreto, sotto sotto, c’è sul serio?Cerchiamo di capirci di più.Molto semplicemente, tutto deriva da un’operazione quasi di routine per il Parlamento italiano, ossia l’approvazione delle Camere delle direttive comunitarie che da Bruxelles vengono inviate agli stati membri dell’organismo sovranazionale per l’adozione all’interno dei singoli sistemi legislativi.Venerdì scorso, all’ordine del giorno la Camera dei deputati ha posto in votazione ben 58 di questi documenti provenienti dalle istituzioni comunitarie, tra cui la direttiva Europea 2014/59/UE diramata dal Parlamento europeo il 15 maggio 2014, la quale “istituisce un quadro di risanamento e risoluzione degli enti creditizi e delle imprese di investimento”.Nel provvedimento di cui sopra, viene istituito il ricorso allo strumento del bail-in tra le possibili vie di risoluzione di situazioni di criticità degli enti di credito negli Stati che ovviamente hanno ratificato il documento emanato da Strasburgo. Direttiva europea 2014 59  Attuazione della direttiva 2014/59/UE (Risoluzione crisi enti creditizi) Atto del Governo 209https://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00940752.pdf   Devi anche sapere che la Serbia è uno stato moderno in pieno sviluppo. Potresti addirittura considerarla la Cina in Europa, senza però essere in Europa (500 km da Trieste).

Read More...

BANCHE EU BAIL-IN PROSEGUONO I FURTI AI RISPARMIATORI

BAIL-IN – Wall Strett ci guadagna e la Germania vuole che l’Italia ceda la sua sovranità Nonostante il ministro Padoan qualche settimana fa abbia rassicurato mercati e risparmiatori, il timore del BAIL-IN ai danni dei risparmiatori e dei correntisti resta. Comunque non è la prima volta che un governo mette le mani nelle tasche degli italiani, senza avvisarli. Ventiquattro anni fa l’esecutivo presieduto da Giuliano Amato eseguì uno scippo magistrale per l’epoca, fece il primo “Prelievo Forzoso” ai danni dei correntisti Italiani con la consueta collaborazione delle banche, togliendo il 6 per mille da tutti i conti di deposito detenuti negli istituti bancari. Chiariamo, il Bail in, ovvero il meccanismo attuale studiato dall’Unione europea per far pagare ai correntisti i disastri di politici e dei banchieri nostrani e d’oltralpe, non è un prelievo forzoso sui conti, ma alla fine il risultato è sempre lo stesso: un furto in piena regola ai danni dei correntisti e azionisti delle banche. Evita di correre rischi e fare la fine dei correntisti di MPS e Popolare di Vicenza e Banca Etruria, spostati subito in uno stato come la Serbia dove il rischio BAIL IN è inesistente.

Read More...

Il tuo direttore di Banca in Italia ti ha mai detto questo?

Che banche ci sono nel mercato serbo? Tutte le maggiori Banche Europee, compresi i gruppi italiani Unicredit e Banca Intesa San Paolo Ma il conto corrente o il conto deposito che aprirò è assicurato? Si il conto corrente e’ assicurato dallo Stato Serbo fino a 50.000 Euro e l’assicurazione e’gratuita, naturalmente e’ possibile stipulare polizze assicurative private ( ad esempio con Generali o FonSai) per la parte eccedente i 50.000 Euro

Read More...

Che cos’è la Tassa patrimoniale e come puoi difenderti dal prelievo forzoso?

Ma che cos’è la Tassa Patrimoniale? Come puoi difenderti dalla tassa patrimoniale e dal prelievo forzoso? In questo periodo si parla molto di imposta patrimoniale e del fatto che possa essere introdotta in Italia. Tu come puoi difenderti dalla tassa patrimoniale? In questa intervista il Dott.Giuseppe Seminara ci spiega cos’è la tassa patrimoniale e come puoi difenderti da questa imposta. RICHIEDI SUBITO INFORMAZIONI: Ci sono paesi in cui la tassa patrimoniale è inesistente uno di questi è la Serbia Lo sapevi che se apri un conto deposito in Serbia hai dei rendimenti dal 10 al 11% contrariamente a quanto accade in italia dove i conti deposito pagano appena il 1,20?

Read More...

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close