Archive for the Zona Franca Category


Tata Motors prenderà il posto della Fiat a Kragujevac?

A quanto pare la Volkswagen e Tata Motors Indiana stanno per entarre nella Fiat di Kragujevac La notizia di questi giorni è che la tedesca Volkswagen sembrerebbe sempre più vicina alla firma di un accordo con la più grande azienda automobilistica del subcontinente indiano, stiamo parlando di Tata Motors. Le due società hanno nel loro programma l’avvio di una produzione congiunta di una nuova piccola auto Low-cost, destinata principalmente al mercato indiano.

Read More...

Geox delocalizza nella zona franca di Vranje in serbia

31 gennaio 2016 Geox apre anche nella zona Franca di Vranje in Serbia Il colosso della Calzatura trevigiano Geox ha deciso di delocalizzare e allargare la propria produzione anche nel comune di Vranje in Serbia La news è che presto in Serbia nella zona Franca di Vranje si apriranno nuovi stabilimenti di produzione. Gia il 4 settembre del 2014 il sindaco di Vranje, Zoran Antic e un rappresentante della famosa azienda italiana Geox avevano sottoscritto la consegna delle opere realizzate per la costruzione dell’insediamento produttivo. L’opera di livellamento del terreno per permise l’inizio e la costruzione degli stabilimenti nella Free Zone/zona franca, aveva interessato una area di 50.000m² su di una superficie complessiva di ben 60.571m². Ricordiamo che all’epoca la città di Vranje e il gruppo Geox, con quell’atto hanno concluso uno dei passi più importanti per questa delocalizzazione. Grazie a quella firma si è potuto procedere e andare avanti nell’accordo quadro del progetto di delocalizzazione e insediamento stipulati con la Repubblica di Serbia. L’accordo prevede diritti e doveri in materia di investimenti, inclusa la costruzione di un impianto di produzione a Vranje da parte della Geox. La città di Vranje e Geox nell’agosto del 2012 avevano concluso il contratto di alienazione del terreno edificabile di proprietà pubblica senza indennizzo. Il piano previsto nell’accordo sottoscritto con il Governo e il comune di Vranje è quello di assumere 1.250 lavoratori. 

Read More...

Fiat / FAS resta il più grande esportatore della Serbia

La Fiat che occupa attualmente la zona franca di Kragujevac rimane ad oggi il più grande esportatore della Serbia. in questo momento è tra i 15 più grandi esportatori della Serbia. Solo nel  nel 2015 il valore delle sue esportazioni è stato pari a circa 3,5 miliardi di euro. Questo dato ci fa tranquillamente dire che Fiat Chrysler Automobiles (FCA) a Kragujevac, Serbiaè il più grande esposratore di merci della Serbia , come anche dichiarato dal Ministero delle Finanze della Repubblica di Serbia. Secondo il sito web del Ministero, la FCA solo nel 2014 ha esportato beni per 1,36 miliardi di euro. La società nel mese di dicembre ha esportato macchine per un valore di 85 milioni di euro, mentre l’anno prima le esportazioni nette totali sono state pari a 367,5 milioni di euro. Sulla lista dei principali esportatori di manufatti verso l’estero troviamo anche l’acciaieria di Smederevo, le cui esportazioni nel 2015 sono aumentate del 58,8% rispetto al 2014 e pari a 319 milioni di euro.

Read More...

Esenzione fiscale in Serbia- Raddoppiate le Zone Franche da 7 a 14 in soli 3 anni

Esenzione fiscale – La Serbia preme l’accelleratore della macchina e la crescita economica schizza in avanti. Ma perchè una zona franca è così importante per l’economia e per gli investimenti? Semplice perchè in queste zone vige l’esenzione fiscale IVA e Dazi doganali. In questi anni la Serbia grazie alle politiche in materia fiscale lanciate dai vari governi del paese sta vivendo una crescita economica impetuosa e rapidissima. Sono moltissime le aziende (italiane) che arrivano dall’estero per insediarsi dentro e fuori le Zone Franche e avvantaggiarsi in un momento di crisi globale della Politica Fiscale della Repubblica di Serbia. Le zone franche d’altronde ti danno la possiblità di godere di grandisismi vantaggi fiscali sia per le merci in entrata che sono esneti dai dazi oganali, quindi le aziende possono rifornirsi di materie prime senza dover sdoganare e pagare dazio e Iva , trasformare le merci e poi far ripartire il prodotto finito verso altri paesi.

Read More...

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close