Italia Serbia – Toscana Formaggi punta a comperare il pecorino serbo

Serbia_SjenicaInvestimenti in serbia – Il presidente Mario Russo dell’azienda italiana “Toscana Formaggi Invest S.A.S.”, in questi giorni ha visitato il comune di Gornji Milanovac e ha parlato con la presidente del parlamento locale, Jadranka Dostanic sulle possibilità di realizzare degli investimenti nell’area. 

L’Ambasciata della Repubblica Italiana e la Camera di Commercio serba hanno scelto Gornji Milanovac per realizzare l’investimento dell’azienda italiana “Toscana Formaggi” tra tutte le altre città Serbe.

L’azienda è interessata alla produzione di prodotti di latte di pecora, principalmente  formaggio.

L’idea iniziale era l’acquisto del latte dalla Serbia, per poi trasportarlo in Italia dove sarebbe stato trattato, mentre l’obiettivo finale è l’apertura di una fabbrica per il trattamento di latte e la produzione dei formaggi per il mercato dell’Unione europea nonché la Russia.

Parlando con i produttori locali è stato evidenziato che in questa regione ci sono circa 35.000 pecore le quali vengono usate prevalentemente per la produzione di carne.

Dopo la riunione tenutasi in municipio, Mario Russo e Dostanic hanno visitato la latteria “Bodri” a Takovo e la latteria “Promlek” a Pranjani. Alla fine della sua visita Russo e’ stato in riunione con il deputato Dejan Kovacevic, che ha ringraziato Russo per aver scelto proprio Gornji Milanovac per la realizzazione di questo investimento.

Inoltre, alla riunione con l’investitore Italiano erano presenti anche i rappresentanti della Camera di commercio serba, Jasna Stevanovic e Darko Mamula, nonché il direttore del Servizio nazionale per l’occupazione a Cacak, Sasa Obradovic.

 

Fill out my online form.
Use Wufoo templates to make your own HTML forms.


Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close