Serbia – Boom delle società fantasma evasione per 13,5 miliardi!

società fantasma serbia a caccia dei truffatori ed evasori fiscoIl fisco serbo ha trovato solo nel 2015 ben 230 società fittizie / società fantasma che danneggiano lo stato.  La maggioranza di queste società che vengono costituite sul territorio della Repubblica di Serbia opera nel settore delle fatturazioni false per giustificare la presenza di merci illegali nel paese.

Ci sono migliaia di aziende senza dipendenti, e molte aziende sono state aperte con identità rubate.

Le società fantasma operano e scompaiono senza lasciare traccia.

L’indirizzo commerciale della loro sede legale non fa menzione a qualsiasi ufficio o azienda, il più delle volte se ci si reca sul posto non si trova nulla.

L’amministrazione fiscale serba solo nel 2015 ha rivelato più di 230 compagnie fantasma e società ‘lavatrici’ che sono utilizzate per ripulire il danaro, e ha scoperto che l’evasione raggiunge la cifra di oltre 13,5 miliardi di dinari, se facciamo il cambio euro dinaro che sta a 120 dinari per un euro il calcolo è presto fatto.

Read More…

Fiat / FAS resta il più grande esportatore della Serbia

fiat_kragujevacLa Fiat che occupa attualmente la zona franca di Kragujevac rimane ad oggi il più grande esportatore della Serbia.

in questo momento è tra i 15 più grandi esportatori della Serbia. Solo nel  nel 2015 il valore delle sue esportazioni è stato pari a circa 3,5 miliardi di euro. Questo dato ci fa tranquillamente dire che Fiat Chrysler Automobiles (FCA) a Kragujevac, Serbiaè il più grande esposratore di merci della Serbia , come anche dichiarato dal Ministero delle Finanze della Repubblica di Serbia.

Secondo il sito web del Ministero, la FCA solo nel 2014 ha esportato beni per 1,36 miliardi di euro. La società nel mese di dicembre ha esportato macchine per un valore di 85 milioni di euro, mentre l’anno prima le esportazioni nette totali sono state pari a 367,5 milioni di euro.

Sulla lista dei principali esportatori di manufatti verso l’estero troviamo anche l’acciaieria di Smederevo, le cui esportazioni nel 2015 sono aumentate del 58,8% rispetto al 2014 e pari a 319 milioni di euro.

Read More…

Smederevo apre un impianto di confezionamento Ittico

Apre l’impianto per il confezionamento del pesce a Smederevo.

Nella sala di 4.172 metri quadrati, la nuova fabbrica impianto “ServFud Smederevo” per la lavorazione e conservazione di pesce, crostacei e molluschi. La fabbrica è attiva dal primo febbraio 2016 e in queòlla data inizierà ad operare con i suoi impianti di assemblaggio.

pesce smederevo apertura fabbricaLa fabbrica è stata aperta, il contratto stipulato con il governo della città, che si è dato da fare a cercare e investire in fondi e attrezzature per un valore di due milioni di euro, oltre che assumere e formare almeno 100 lavoratori.

Lo spazio per la fabbrica è stato dato dal governo della città in prestito. La locazione e pari a tre euro al metro quadrato. Per affittare lo spazio il sindaco ha interessato solo la società “ServFud”.

Secondo quanto annunciato in precedenza, la fabbrica dovrebbe entrare in esercizio il 15 gennaio.

Domani si prevede di ottenere alcune attrezzature da Germania e iniziare immediatamente l’assemblaggio delle linee produttive.

Il contratto per la locazione della location è stato stipulato per un periodo di cinque anni, a partire dal 15 gennaio, 2016.

Kraljevo nuovi appali per la costruzione dell’aeroporto

KRALJEVO-aereoporto apertura e costruzione appaltoNovità a Kraljevo – Serbia del Sud, vi sono ottime opportunità di sviluppo dell’apertura dell’aeroporto. E’ gia stata costruita la torre di controllo, e un moderno edificio per il terminal. Poi è stata risistemata la e estesa la pista aeroportuale, l’aeroporto sarà presto disponibile ad ospitare i voli delle compagnie “low cost”

Il governo della Repubblica di Serbia ha deciso di costituire una una società “Aerodromi Srbije” d.o.o. per la gestione del polo aeroportuale.

Il primo compito della neo-società sarà quello di stabilire collegamenti per il traffico aereo civile con l’aeroporto “Morava” di Lađevci, a dieci chilometri da Kraljevo.

Kraljevo sta alimentando la speranza che dopo decenni di attesa, questo aeroporto diventi attivo, infatti la sua posizione è strategica nel cuore della Serbia.

Il polo si trova al bivio tra la città sul fiume Ibar, Cacak e Kragujevac, può essere un ottimo punto di partenza sia per l’atterraggio e il decollo di aerei civili.

“Air Serbia” in primo luogo peri voli interni e poi anche per le compagnie “low-cost” che transitano sul territorio serbo.
Read More…

Apre Geox – finalmente la Serbia del Sud ha un Futuro

geox apre a vranje aleksander vucic al taglio del nastro serbia

La costruzione della Fabbrica Geox ha visto l’investimento di o 15,8 milioni di euro da parte italiana e 11,25 milioni da parte serba.

Il governo serbo ha sovvenzionato la costruzione e l’apertura con ben 9.000 euro per ogni nuovo posto di lavoro creato.

L’apertura ufficiale dello stabilimento con il taglio cerimoniale il 31 gennaio 2016, ha visto la partecipazione del primo ministro serbo Aleksandar Vucic, il direttore della  “Geox” Mario Moretti Polegato e il sindaco di Vranje Zoran Antic che hanno aperto ufficialmente la fabbrica di calzature “Geox” nella zona franca industriale del comune.

Una delegazione composta da ministri, parlamentari e sindaci nel sud della Serbia, ha visitato la fabbrica, che copre quasi 22.000 metri quadrati, e la cui costruzione iniziò nel 2012.

Il primo ministro Aleksandar Vucic ha detto in un discorso ai lavoratori,  che è giunto il momento per la Serbia di cambiare l’atteggiamento verso la parte più povera della nazione.

– Costruiremo le infrastrutture in questi comuni, e i vostri figli avranno un futuro – ha detto il primo ministro.

Read More…

Johnson Electric apre in Serbia (con sovvenzione di 6.7 milioni di euro)

Johnson electric NIs Serbia nuovo stabilimentoMai sentito parlare della Johnson Electric di Nis in Serbia? Qualche tempo fa Il Consiglio comunale di Nis in una sua riunione aveva approvato uno studio di fattibilità che trattava di vendere 2,8 ettari di terreno edificabile di proprietà dello Stato con la destinazione d’uso per la costruzione di un nuovo stabilimento a favore della “Johnson Electric”.

Oggi lo stabilimento non solo è stato costruito ma la Johnson Electric ha avuto sovvenzioni per 6.7 milioni di euro dalla Repubblica di Serbia.

all’epoca si scriveva:

Il documento di questo accordo sarà esposto al pubblico per otto giorni, e dopo si potrà iniziare la procedura con l’ulteriore trasferimento di terreni dello stato per costruire una fabbrica che in futuro produrrà motori elettrici.

NIS city serbia Johnson Electric

Il Memorandum sulla collaborazione è stato firmato alla presenza del Primo Ministro Aleksandar Vucic, Ministro dell’Economia Zeljko Sertic e il sindaco Zoran Perisic e il direttore di “Johnson Electric” Markus Schmitz, vice presidente per l’Europa Austin Vang e agente Loran Kardon, nel luglio dell’altro anno.

Si prevede un investimento di 50 milioni di euro, che impiegherà ben 2.400 lavoratori.

Read More…

UniCredit : nuove nomine ai vertici in Serbia , Croazia e Austria

Unicredit banka_zagrebackaA seguito della nomina di Robert Zadrazil come nuovo amministratore delegato della controllata austriaca, Bank Austria, dal primo marzo, UniCredit annuncia alcune ulteriori nomine in Austria, cosi’ come in Croazia e in Serbia.

A questo proposito, sono state decise le seguenti nomine, che sono soggette a ricevere tutte le necessarie approvazioni regolamentari.

In Serbia, Mauro Maschio, attualmente DG e vice presidente vicario del Cdg di Ukrsotsbank (UniCredit Bank Ucraina), diventera’ ceo di Unicredit Bank in Serbia.

In questo caso la nomina avrà luogo subito dopo il completamento della transazione di Ukrsotsbank con Alfa Gruppo, annunciata lo scorso 11 gennaio, specifica il comunicato.

Read More…

Costruzione di Centrali a Biomassa UNDP investe 1,6 milioni di dollari

Le Nazioni Unite hanno un grande interesse a fornire di centrali a Biomassa la Serbia.

centrale-biomasse serbia investimentiIl programma di sviluppo dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (UNDP) ha diretto 1,6 milioni di dollari per la costruzione delle centrali a biomasse in Serbia.

L’UNDP ha comunicato che questo è un modo per aiutare le autorità locali ad attrarre gli investitori e agevolare gli investimenti in biomasse.

Inoltre, viene confermato che l’UNDP collaborerà di più con le banche per migliorare il finanziamento di queste centrali a biomassa nel paese.

Per la costruzione delle prime otto centrali a biomasse per la produzione di energia elettrica e termica, il Programma di sviluppo dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e il Fondo globale per l’ambiente hanno stanziato 1,6 milioni di dollari alla Serbia.

Il Ministero dell’energia ha pubblicato il bando per gli investitori che sarà aperto fino al 15 ottobre.

Read More…

8 milioni di euro alla Italiana Vibac da parte del Governo Serbo

Nel 2015 a Jagodina ha aperto l’azienda Italia VIBAC

incentivi fiscali governo serbo vibac jagodina delocalizzazione produttivaIl primo ministro della Repubblica di Serbia Vucic in quell’occasione ha detto che “in questo affare il Governo della Serbia ha adempito tutti gli obblighi e ha investito otto milioni di euro, mentre il partner italiano ci ha investito 60 milioni di euro.”

Nella foto a sinistra il presidente del Governo della Repubblica di Serbia Aleksandar Vucic mentre assiste al taglio del nastro augurale della fabbrica della compagnia italiana Vibac a Jagodina, nella quale ora vengono impiegate più di 300 persone.

Aleksandar Vucic ha espresso gratitudine al presidente dell’Assemblea della città di Jagodina perché ha trovato l’investitore e ha procurato così il lavoro per 340 persone.

Il premier ha ricordato che Serbia è uscita dalla recessione in un anno difficile nel quale ha iniziato il consolidamento fiscale e ha detto che il paese non andrà più in recessione, bensì sarà sulla strada della dinamica crescita economica.

Read More…

Geox delocalizza nella zona franca di Vranje in serbia

31 gennaio 2016 Geox apre anche nella zona Franca di Vranje in Serbia

Il colosso della Calzatura trevigiano Geox ha deciso di delocalizzare e allargare la propria produzione anche nel comune di Vranje in Serbia

La news è che presto in Serbia nella zona Franca di VranjeGeox-scarpe-delocalizzare-in-serbia-a-Vranje-in-zona-franca si apriranno nuovi stabilimenti di produzione.

Gia il 4 settembre del 2014 il sindaco di Vranje, Zoran Antic e un rappresentante della famosa azienda italiana Geox avevano sottoscritto la consegna delle opere realizzate per la costruzione dell’insediamento produttivo.

L’opera di livellamento del terreno per permise l’inizio e la costruzione degli stabilimenti nella Free Zone/zona franca, aveva interessato una area di 50.000m² su di una superficie complessiva di ben 60.571m².

Ricordiamo che all’epoca la città di Vranje e il gruppo Geox, con quell’atto hanno concluso uno dei passi più importanti per questa delocalizzazione.

zona franca firma GEOX e sindaco di Vranje per la delocalizzazione produttivaGrazie a quella firma si è potuto procedere e andare avanti nell’accordo quadro del progetto di delocalizzazione e insediamento stipulati con la Repubblica di Serbia.

L’accordo prevede diritti e doveri in materia di investimenti, inclusa la costruzione di un impianto di produzione a Vranje da parte della Geox.

La città di Vranje e Geox nell’agosto del 2012 avevano concluso il contratto di alienazione del terreno edificabile di proprietà pubblica senza indennizzo.

Il piano previsto nell’accordo sottoscritto con il Governo e il comune di Vranje è quello di assumere 1.250 lavoratori. 

Read More…

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close