Bail-in Europa: La soluzione? Scappa In Serbia!

#Bail-in / Prelievo Forzoso come puoi difenderti da questo esproprio?

BAIL-IN-prelievo-forzoso-banche-CONTI CORRENTIPer chi non lo sapesse o non avesse mai letto la Costituzione della Repubblica Italiana dice:

all’art. 47 Costituzione–Titolo III – Rapporti economici (artt. 35-47):

“La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito”.

Da oggi questo articolo della nostra costituzione della repubblica è stato letteralmente cancellato all’insaputa del Parlamento Italiano, la cui maggioranza con la Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2014, atto Senato n. 1758, presentato dal Presidente del Consiglio,  approvato dal Senato il 14 maggio 2015 ed il 2 luglio 2015 dalla Camera (Atto Camera n. N. 3123).

Inserisce nella legislazione italiana un prelievo forzoso sui conti correnti, obbligazioni e depositi sotto qualsiasi altra forma, in caso di dissesti bancari, limitando perfino il tempo di recupero dei rimborsi delle somme criminalmente espropriate.

 

La norma di esproprio del tuo risparmio, che addossa ad azionisti e creditori i costi di dissesti, speculazioni in borsa e investimenti fati dai Banchieri e crac bancari, avvenuti con il concorso delle contigue autorità di risoluzione e stabilisce che dal 1 gennaio 2016, i problemi degli istituti di credito andranno risolti dall’interno, anche ricorrendo ai depositi superiori ai 100mila euro, oltre ad azionisti ed obbligazionisti meno assicurati, analogo al ‘caso Cipro’

(questo è un esperimento in vitro riuscitissimo da parte della Troika e la Bce , quando le banche, senza alcun preavviso, e per di più in prossimità di una festività nazionale hanno chiuso gli sportelli e bloccato i bancomat).

Per copire il “BUCO” le banche potranno ricercare all’interno degli stessi intermediari le risorse necessarie tramite il coinvolgimento di azionisti e creditori (bail-in).

L’esproprio criminale del sudato risparmio, ideato da tecnocrazia, cleptocrazia europea e dalla troika, per addossare ai risparmiatori (azionisti, obbligazionisti e depositanti) responsabilità evidenti dei banchieri nella gestione del credito e del risparmio e nel ricorso alla finanza tossica, al denaro dal nulla ed ai prodotti derivati, per retribuire la loro smodata avidità, censurato dalla stampa con la giustificazione di non scatenare il panico dei correntisti che potrebbero ritirare i loro soldi dagli sportelli bancari, ha una sola soluzione la crreazione di conti correnti o conti di deposito all’estero presso istituti fuori della zona Europea come gli Istituti in Serbia che sono solvibili e garantiscono i conti correnti con assicurazioni.

La legge comunitaria che delega a Bankitalia, contigua autorità di risoluzione, funzioni che travalicano la costituzione italiana ed il codice civile Italiano.

Insomma ci ritroviamo di nuovo davanti all’ennesimo “Salva Banche” solo che questa volta vanno a prendere i soldi direttamente nel  tuo conto corrente.

Il provvedimento prevede la possibilità di prelevare forzosamente i risparmi degli italiani in caso di difficoltà finanziarie dell’istituto di credito, come il famoso “bail-in” post crisi Cipro che ha avuto come tutti sappiamo gli esiti sull’economia cipriota che tutti conosciamo.

Oggi la banca ha la possibilità in caso di dissesto finanziario, di prendere direttamente i danari dai conti dei propri clienti, con l’ostacolo del comma 1. dell’art.7,  che impone delle limitazioni di tempo in merito al periodo entro il quale i depositanti espropriati e saccheggiati potranno reclamare il rimborso dei loro soldi .

Quindi non solo ti ritroverai a essere derubato legalmente dalle banche ma anche ti verrà limitato il tempo entro il quale come correntista o azionista o riconosciuto dai sistemi di garanzia dei depositi, potrai reclamare il rimborso del tuo deposito.

Questa che dir si voglia non solo è una Rapina ma le norme europee per la protezione dei correntisti e azionisti sono truffaldine.

Ci troviamo di nuovo davanti all’ennesimo furto con destrezza perpetrato dall’ oligarchia europea e dalla Bce di Mario Draghi, per espropriare i risparmiatori, obbligazionisti e depositanti dei loro beni.

 

E’ legale portare i soldi all’estero per sfuggire al prelievo forzoso?

Certamente, chiunque detiene del Danaro in una banca Europea ha tutto il diritto di portare denaro all’estero, sia in Europa che nel resto del mondo, l’importante é dichiararlo; ci sono 3 modi per portare denaro all’estero:

  • Portare denaro fisico in contanti con sé, quando si va all’estero ( ma sopra i 10.000 euro, va dichiarato in dogana)
  • Spedire denaro fisico in contanti. ( vale sempre la regola che va dichiarato a chi si spedisce in caso si superino i 10 mila euro, altrimenti si può incappare in pesanti sanzioni).
  • Fare un bonifico o un’altra operazione di trasferimento danaro all’estero tramite banca. In questo caso i soldi saranno tracciati automaticamente, come dice la legge.

Portare denaro in una delle tante banche dei paesi UE non ha grande senso, visto che tutti i paesi UE presto o tardi avranno tutti la stessa legislazione sul bail-in con in Italia, ma ha invece senso portare il danaro in stati dove il Bail In /prelievo forzoso non può arrivare.

Ma come funziona il trasferimento di danaro verso l’estero?

Come dicevamo, possiamo portare fuori Italia i soldi che vogliamo, l’importante è che se compriamo titoli , questi li mettiamo nel Nostro 730.

Basta aprire un conto corrente presso una banca all’estero e dall’Italia potremmo iniziare a fare versamenti.

Si può usare anche il canale di trasferimento usato da tanti migranti, circuiti come Western Union , che permettono, previa registrazione, di trasferire denaro in un altro paese.

Usarlo è semplicissimo: ci si iscrive al loro servizio, si spediscono soldi a Caio, il quale Caio dovrà recarsi presso il locale ufficio della Western Union munito del codice segreto identificativo con il quale potrà ritirare i soldi. Ovviamente bisognerà trovare l’azienda che offre il servizio migliore a costi più contenuti ( a volte possono essere veramente alti)

 

 

Se desideri proteggere il tuo Patrimonio dal Bail-In e aprire un conto in un paese sicuro fuori dall’Europa contattaci subito.

 

 

Compila il mio modulo online .
Utilizzare i modelli di Wufoo per rendere i propri moduli HTML.


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close