SERBIA : SCAMBI SENZA LIMITI IN TUTTO IL MONDO

Grazie agli accordi di libero scambio con i seguenti Paesi, esportsa in tutto il mondo dalla serbiala Serbia è il luogo ideale per aprire il centro manufatturiero o distributivo per servire i mercati:

  • Federazione Russa
  • Europa sud-orientale
  • Paesi dell’UE
  • AELS
  • Stati Uniti
  • Bielorussia
  • Turchia.

Oltre alla Comunità degli Stati Indipendenti, la Serbia è l’unico paese che gode di un accordo di libero scambio con la Russia.

 

exoprt dalla serbia in tutto il mondo usa russia turchia

UE

Esistono solo i limiti alle esportazioni di vitello, zucchero e vino, e queste sono limitate da quote annuali. Le importazioni dall’UE sono esenti dai dazi doganali per la maggior parte dei prodotti

CEFTA

Oltre allo scambio esente dei dazi doganali tra i Paesi membri, l’accordo stabilisce l’accumulo di origine dei prodotti, il che significa che i prodotti esportati dalla Serbia sono considerati di origine serba se i materiali integrati provengono da altri Paesi CEFTA, Unione europea, Islanda, Norvegia, Svizzera (compreso il Liechtenstein) o Turchia, purché tali prodotti abbiano subito una trasformazione sufficiente, i.e. se almeno il 51% del valore aggiunto del prodotto provenga dalla Serbia (se il valore aggiunto è superiore al valore dei materiali utilizzati in Serbia).

EFTA

I prodotti industriali esportati dalla Serbia negli Stati membri dell’EFTA (Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) sono esenti dal pagamento dei dazi doganali, ad eccezione di un numero molto limitato di beni, compresi i pesci e altri prodotti ittici. I dazi doganali per le importazioni di prodotti industriali originari degli Stati membri dell’EFTA saranno gradualmente aboliti entro il 2014. Il commercio di prodotti agricoli è disciplinato da accordi specifici, stipulati con ogni Paese membro dell’AELS, che riconoscono delle concessioni reciproche per categorie specifiche di prodotti.

Federazione Russa

L’accordo stabilisce che i beni prodotti in Serbia, cioé quelli che hanno almeno il 51% del valore aggiunto della Serbia, sono considerati di origine serba ed esportati in Russia esenti da dazi doganali. L’elenco dei prodotti esclusi dall’accordo di libero scambio è soggetto a revisione annuale.

A partire dal marzo 2012, l’elenco dei prodotti esclusi include: pollame e rifiuti commestibili, alcuni tipi di formaggi, zucchero, spumante, etil-alcool, tabacco, filati di cotone, tessuti, alcuni tipi di compressori, trattori e autovetture nuove e usate. Inoltre, esiste l’elenco dei prodotti provenienti dalla Russia che sono esclusi dall’accordo.

Bielorussia

Ci sono solo poche eccezioni all’accordo tra la Bielorussia e la Serbia che riguardano zucchero, alcool, sigarette, auto usate, autobus, e pneumatici.

Turchia

Le aziende possono esportare dalla Serbia in Turchia senza pagare i dazi doganali. Le importazioni di prodotti industriali provenienti dalla Turchia sono generalmente esenti dai dazi doganali; tuttavia i dazi saranno progressivamente eliminati per un gran numero di prodotti nel corso del periodo di sei anni, fino al 2015. I dazi doganali restano invece in vigore per i prodotti agricoli.

Kazakistan

L’accordo è in vigore dal 2011. La lista di prodotti che non rientrano nell’accordo di libero scambio include carne, formaggio, vino. Veicoli a motore ed diversi altri gruppi di podotti.

 

Compila il mio modulo online .
Utilizzare i modelli di Wufoo per rendere i propri moduli HTML.

 


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close