Unicredit: Aziende Italiane FOCUS on Balcani

La Serbia e i Balcani si stanno configurano come mercati nuovi, vicini e con potenzialità di crescita per migliaia di imprese italiane che hanno già sviluppato business e occupazione.

Unicredit Forum-Focus-on-Balcani

Per conoscere meglio questi mercati e intercettarne le dinamiche di crescita anche prospettiche UniCredit ha organizzato in diverse città inclusa Roma, presso la sede di Unindustria, l’International Forum:

Focus on Balcani

L’iniziativa, che ha coinvolto oltre 50 aziende del Lazio, ha avuto lo scopo di illustrare, a chi fa impresa ed è interessato a sviluppare la propria attività all’estero, le prospettive di crescita economica e le opportunità di business in paesi come:

  • Bulgaria
  • Romania
  • Serbia

oltre a facilitare l’ingresso delle aziende locali in questi territori, ci sono ottimi e interessanti incentivi finanziari e fiscali per le aziende che producono o internazionalizzano le proprie produzioni sul suolo della Serbia.

Durante l’incontro, dopo i saluti introduttivi di Attilio Tranquilli, Vice Presidente Vicario di Unindustria  e di Mario Fiumara, Vice Responsabile per il Centro Italia di UniCredit, sono intervenuti anche:

  • Roberto Mascali, Direttore di Confindustria Balcani
  • Aldo Andreoni di UniCredit Bank Bulgaria
  • Marco Montermini, UniCredit Bank Romania
  • Niccolò Bonferroni, UniCredit Bank Serbia

 

Alla fine degli interventi, le imprese partecipanti hanno avuto la possibilità di approfondire le tematiche trattate in un dibattito aperto con i relatori.

“Nei primi 6 mesi del 2015 le esportazioni del Lazio destinate ai Balcani si sono attestate su 37 milioni di euro alla Bulgaria, 142 milioni alla Romania e 16,5 milioni alla Serbia ed hanno riguardato principalmente i seguenti settori:

  • tessile
  • calzature
  • automotive
  • energia e grande distribuzione

Cosi ha dichiarato Attilio Tranquilli, Vicario del Presidente Unindustria

Sono dati che ci devono far riflettere e che confermano quanto l’area dei Balcani, sempre più stabile sotto l’aspetto istituzionale e con una discreta crescita economica, rappresenti un’opportunità di investimento per le nostre imprese laziali.

Abbiamo illustrato alle aziende tutte le informazioni e gli strumenti utili ad operare in questa area, con l’obiettivo di aumentare la presenza delle eccellenze della nostra Regione, in questo territorio.

Unindustria – ha concluso Tranquilli 

“si impegna da sempre fortemente a favore dell’internazionalizzazione; questo è solo l’ultimo di una serie di appuntamenti che abbiamo organizzato per aiutare lo sviluppo dell’export delle pmi che trovano problemi principalmente per i costi, giudicati troppo alti, di distribuzione, di spedizione all’estero e di accesso al credito” .

“Il concetto di internazionalizzazione – ha detto Mario Fiumara, Vice Responsabile per il Centro Italia di UniCredit – è cambiato radicalmente ed ha assunto una rilevanza particolarmente significativa nel contesto della crisi.”

I Balcani, si configurano come mercati nuovi, vicini e con potenzialità di crescita molto interessanti. Lo confermano i dati del nostro Osservatorio:

nei primi sei mesi del 2015 abbiamo assistito a un deciso incremento delle esportazioni dal Lazio verso quest’area rispetto al corrispondente periodo del 2014.

Nello specifico, l’export verso la Bulgaria risulta in crescita del 13%, quello verso la Romania del 36% e quello verso la Serbia del 25%.

Si stima che per il 2015 le esportazioni totali del Lazio cresceranno ancora del 14% e la nostra esperienza ci conferma che le aziende che lavorano anche sull’internazionalizzazione della propria attività sono più solide e in prospettiva più longeve.

E’ per questo che, con l’evento che fa seguito a quello di un mese fa dedicato ai mercati asiatici, continua il nostro impegno nel sostenere le imprese locali verso un processo di internazionalizzazione sia per quelle che già operano su mercati oltre confine sia per quelle che vogliono ampliare il proprio business all’estero.

“Vogliamo mettere  a disposizione degli imprenditori della regione un corredo di informazioni ampie, oggettive e qualificate su mercati verso i quali l’export delle imprese laziali ci risulta essere particolarmente attivo oppure dove crediamo ci siano buone prospettive di crescita, così da arricchire il loro bagaglio di conoscenze, per promuovere e rilanciare il Made in Italy, anzi, il Made in Lazio”.

 

Compila il mio modulo online .
Utilizzare i modelli di Wufoo per rendere i propri moduli HTML.


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close