Posts Tagged incentivi fiscali


IN SERBIA AVRETE BASSI COSTI OPERATIVI

Il regime fiscale in Serbia è altamente favorevole per fare affari. Oltre ad avere uno dei tassi più bassi di imposta sui redditi d’impresa in Europa, gli investitori possono beneficiare di incentivi fiscali che creano delle condizioni ottimali per l’avvio di un’impresa. Per evitare i carichi fiscali non necessari, la Serbia ha raddoppiato il numero di trattati sulla tassazione raggiungendo quota 55 Paesi nel settembre 2014 Le aziende sono esentate dal pagamento dell’imposta sul reddito d’impresa per un periodo di dieci anni a partire dal primo anno in cui registrino un profitto tassabile da investire in cespiti per una cifra che superi i 1.000 milioni di dinari (attorno agli 8,5 milioni di euro), ed assumano almeno 100 ulteriori dipendenti a tempo pieno durante il periodo dell’investimento. La perdita fiscale indicata nella dichiarazione dei redditi può essere portata avanti e compensata coi profitti futuri per un periodo di cinque anni.

Read More...

Camozzi investe in Serbia come Fiat

Il Gruppo Camozzi si prende La zona franca di Sabac e gli incentivi fiscali La società italiana “Camozzi” ha acquistato 7.000 metri quadrati nella zona franca della città di Sabac, a Sud-Ovest di Belgrado. Sabac, ha un area adibita a «zona franca» nel Nord Ovest della Serbia a poche decine di chilometri da Belgrado. Il Gruppo Camozzi ha fatto una manovra simile a quella messa in campo qualche anno prima dalla società Fiat (FAS) che si trasferì a Kragujevac nella zona franca per pagare meno tasse e accedere agli incentivi fiscali. In questa cittadina dei Balcani (poco più di 122mila abitanti) che si stanno concentrando i recenti investimenti del gruppo Camozzi. Le ragioni sono molteplici: l’area industriale possiede moderne infrastrutture; offre agli stranieri che investono agevolazioni fiscali e procedure amministrative semplificate; in quest’area si stanno insediando multinazionali tedesche e giapponesi. La “Camozzi” è leader nella produzione di componenti per l’automazione pneumatica, con una tradizione di oltre 50 anni e con uffici di rappresentanza in oltre 70 paesi in tutto il mondo, dove impiega più di 2.300 lavoratori.

Read More...

Italia e Serbia insieme per lo sviluppo tecnologico

Serbia e Italia sviluppano la collaborazione tecnologica E’ stato stipulato il Secondo programma esecutivo sulla cooperazione scientifica e tecnologica tra la Repubblica di Serbia e la Repubblica Italiana, che prevede il miglioramento della collaborazione in questi settori nel periodo dal 2016 al 2018. Il programa è stato firmato da parte del Ministro dell’educazione, della scienza e dello sviluppo tecnologico, Srdjan Verbiac e dall’ambasciatore d’Italia, Giuseppe Manzo. Riccordando che ambedue i paesi utilizzano i fondi europei, il ministro Verbic nell’intervista ha detto che servono più iniziative comuni da presentare di fronte alla Commissione europea per ottenere più fondi per le ricerche all’interno del programa Horizont 2020.

Read More...

8 milioni di euro alla Italiana Vibac da parte del Governo Serbo

Nel 2015 a Jagodina ha aperto l’azienda Italia VIBAC Il primo ministro della Repubblica di Serbia Vucic in quell’occasione ha detto che “in questo affare il Governo della Serbia ha adempito tutti gli obblighi e ha investito otto milioni di euro, mentre il partner italiano ci ha investito 60 milioni di euro.” Nella foto a sinistra il presidente del Governo della Repubblica di Serbia Aleksandar Vucic mentre assiste al taglio del nastro augurale della fabbrica della compagnia italiana Vibac a Jagodina, nella quale ora vengono impiegate più di 300 persone. Aleksandar Vucic ha espresso gratitudine al presidente dell’Assemblea della città di Jagodina perché ha trovato l’investitore e ha procurato così il lavoro per 340 persone. Il premier ha ricordato che Serbia è uscita dalla recessione in un anno difficile nel quale ha iniziato il consolidamento fiscale e ha detto che il paese non andrà più in recessione, bensì sarà sulla strada della dinamica crescita economica.

Read More...

Perchè le aziende investono in Serbia – Ballarò RAI3

Video puntata di Ballarò perchè le aziende italiane investono in Serbia? In questo Video della puntata di Ballarò puoi capire rapidamente perchè sempre più aziende Italiane hanno deciso di investire in Serbia. Lo sapevi che se apri una società in Serbia con oltre 100 dipendenti non paghi tasse per 10 anni in quel paese?   Lo sapevi che il trattato Bilaterale contro la doppia imposizione fiscale fatto tra Italia e Serbia prevede che se le tasse le paghi in Serbia non le paghi in Italia? Ballarò – Perchè le Aziende italiane investono… di investireinserbia Se desideri guadagnare, produrre e avere gli incentivi fiscali nella legalità in Serbia entra subito in contatto con il nostro Team di Consulenti in Serbia Compila ora il modulo: Fill out my online form. Use Wufoo templates to make your own HTML forms.  

Read More...

Perchè la Fiat investe in Serbia?

Molte persone si chiedono perchè la Fiat azienda Italiana investe in Serbia. Perchè dovreste investire in Serbia? Ci sono diversi motivi, uno di questi sicuramente è il basso costo della mano d’opera locale specializzata. Un altro buon motivo è la fiscalità a pro delle aziende. Un altro buon motivo è il fatto che la Serbia aiuta le imprese ad insediarsi, concede autorizzazioni e aperture in soli 7 giorni.

Read More...

10 motivi per investire in serbia

perchè investire in serbia? 10 buoni motivi per investire in serbia. https://italiaserbia.pro/ Fiscalità in Serbia Lo sapevi che se apri una società in Serbia con oltre 100 dipendenti non paghi tasse per 10 anni in quel paese? Lo sapevi che il trattato Bilaterale contro la doppia imposizione fiscale fatto tra Italia e Serbia prevede che se le tasse le paghi in Serbia non le paghi in Italia? SPESE GENERALI In Serbia l’ambiente estremamente competitivo fornisce la seconda più bassa imposta sull’utile di impresa in Europa, insieme ad altre imposte e costi favorevoli. Imposte sul reddito delle società IVA Imposta sugli utili di impresa Ritenuta fiscale Imposta sul reddito delle persone fisiche Imposta sul reddito annuale Contributi per la previdenza sociale Costo del lavoro Costi per utenze Imposte sul reddito delle società Il regime fiscale in Serbia è molto favorevole per le società. L’imposta sugli utili aziendali è la seconda più bassa in Europa, mentre l’IVA — Imposta sul Valore Aggiunto è tra le più competitive in Europa centrale ed orientale. Imposta sul Valore Aggiunto Le aliquote IVA sono le seguenti: • L’aliquota IVA ordinaria — 18% (per la maggior parte delle operazioni imponibili); • L’aliquota IVA ridotta — 8% (per i prodotti alimentari di base, quotidiani, utilities, ecc.). Imposta sugli utili aziendali Per il pagamento dell’imposta sull’utile d’esercizio sociale viene applicata l’aliquota uniforme del 10%. I non residenti sono tassati solo in base al loro reddito generato in Serbia. Ritenuta fiscale La ritenuta fiscale non viene applicata sulla distribuzione degli utili tra società serbe. Per i non residenti viene calcolata una ritenuta fiscale del 20% su alcuni pagamenti come i dividendi, i redditi di capitale, i redditi da partecipazioni, gli interessi, le plusvalenze, i canoni di leasing per beni immobili e altri beni.

Read More...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni su cosa sono i cookie e la privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie policy

Per conoscere meglio la privacy policy del sito web e l'uso dei tuoi dati nel caso in cui compili form del sito ti consigliamo di visitare la pagina della Privacy policy

Chiudi