Posts Tagged tasse


Italia – Imposte e Tasse alle stelle: ogni italiano paga dai 8 ai 12mila euro di tasse all’anno

Tasse, chi più ne ha più metta: 100 e tutte diverse. Si pagano dagli 8mila ai 12mila euro l’anno questo è quanto denuncia la CGIA di Mestre. Tasse, Imposte e gabelle e ancora imposte sul reddito e alle imprese etc etc… la lista è lunghissima e molte sono occulte. Dalle accise alle “odiate” Imu e Tasi: a stilare la lista aggiornata delle imposte sul groppone dei cittadini ci ha pensato la Cgia di Mestre. La CGIA denuncia un sistema tributario DI TASSE E IMPOSTE molto frammentato, che continua a tartassare cittadini e imprese che porta al collasso il sistema Italia.

Read More...

Tasse Tasse e ancora tasse – Aumentate le tasse sui capannoni in Italia

Confindustria Vicenza ha presentato, per il terzo anno, il Rapporto che analizza la fiscalità locale sugli immobili industriali della provincia prendendo in esame Imu, Tari e Tasi. Come spiega Barbara Ganz su Il Sole 24 Ore a pagina 8, il carico impositivo fiscale a livello locale è uno degli elementi che un’impresa prende in considerazione quando decide dove insediarsi, e purtroppo il veneto sta dando risultati pessimi in tal senso. Si tratta infatti dell’unità di misura dell’attrattività e della competitività di un territorio comunale. «L’analisi – spiega il presidente Luciano Vescovi – evidenza problemi di rilievo, come quello dell’omogeneità: per il solo 2016 si contano circa 500 aliquote. Questo per le aziende comporta problemi di tempo, aumenta il rischio di commettere errori e, conseguentemente, di subire sanzioni. Il nostro auspicio è che si giunga ad una semplificazione e magari ad un’aggregazione tra Comuni». Un altro tema preso ad esame è la pressione fiscale che ha subito un raddoppio sugli immobili strumentali tra il 2009 e il 2016.

Read More...

Flat tax – Tasse al 15% in Inghilterra e in America come in Serbia?

l’America e l’Inghilterra avranno la Flat Tax al 15% come in Serbia? Flat Tax – Da qualche tempo il presidente Donald Trump ha ipotizzato di abbassare le tasse in America. La flat tax ipotizzata da Trump per le imprese al 15% contro l’attuale 35%, è analoga ad un altra proposta della May in Inghilterra che vorrebbe ridurre la tassazione dal 20% al 15% e uniformarsi alla Flat tax presente in Serbia che oggi è al 15% sugli utili d’impresa.

Read More...

Dopo la Corte dei Conti, anche l’Ocse punta il dito sull’eccessivo peso del Fisco Italiano

TASSE, ANCHE l’OCSE PUNTA IL DITO CONTRO IL FISCO ITALIANO Dopo la Corte dei Conti, anche l’Ocse punta il dito sull’eccessivo peso del Fisco e dei contributi sulle buste paga degli italiani. Secondo i dati pubblicati dall’Organizzazione parigina, l’Italia è al quinto posto nella classifica relativa al peso delle tasse sui salari. Ed è una classifica nella quale stiamo scalando posizioni, con rammarico dei lavoratori: la Penisola era infatti sesta nel caso dei lavoratori ‘single’, mentre è passata dal quinto al terzo posto nel caso delle famiglie monoreddito. Il cosiddetto cuneo fiscale in Italia per un single senza figli è complessivamente al 47,8%, contro una media europea al 36 per cento. E’ una media superiore di oltre dieci punti rispetto agli altri. I (pochi) casi di incidenza ancora maggiore sono il Belgio (54%), la Germania (49,4%), l’Ungheria e la Francia (48,1%).

Read More...

Johnson Electric apre in Serbia (con sovvenzione di 6.7 milioni di euro)

Mai sentito parlare della Johnson Electric di Nis in Serbia? Qualche tempo fa Il Consiglio comunale di Nis in una sua riunione aveva approvato uno studio di fattibilità che trattava di vendere 2,8 ettari di terreno edificabile di proprietà dello Stato con la destinazione d’uso per la costruzione di un nuovo stabilimento a favore della “Johnson Electric”. Oggi lo stabilimento non solo è stato costruito ma la Johnson Electric ha avuto sovvenzioni per 6.7 milioni di euro dalla Repubblica di Serbia. all’epoca si scriveva: Il documento di questo accordo sarà esposto al pubblico per otto giorni, e dopo si potrà iniziare la procedura con l’ulteriore trasferimento di terreni dello stato per costruire una fabbrica che in futuro produrrà motori elettrici. Il Memorandum sulla collaborazione è stato firmato alla presenza del Primo Ministro Aleksandar Vucic, Ministro dell’Economia Zeljko Sertic e il sindaco Zoran Perisic e il direttore di “Johnson Electric” Markus Schmitz, vice presidente per l’Europa Austin Vang e agente Loran Kardon, nel luglio dell’altro anno. Si prevede un investimento di 50 milioni di euro, che impiegherà ben 2.400 lavoratori.

Read More...

Panama Papers coinvolti ben 35 Paperoni SERBI – Toza Markovic e Agragold nel mirino del fisco

I panama Papers coinvolgono anche diversi paperoni Serbi che si sono mossi fuori dei confini Nazionali. Pechè investire in paradisi fiscali Black List quando puoi investire in sicurezza e guadagnare in paesi white list come la Serbia? In Serbia, operano attualmente ben 37 aziende i cui proprietari sono rimasti coinvolti nei Panama Papers. Panama è considerata una zona off-shore, e in questo momento è al centro del più grande scandalo mondiale “Panama Papers” Ma chi è Ramon Fonseka?  Panama può essere paragonata a un Paradiso Fiscale dove si pagano zero tasse e il signor Ramon Fonseka è stato conosciuto dal grande pubblico quando sono trapelate le informazioni dei dossier della sua compagnia che gestiva le informazioni di oltre 3.000.000 di documenti che coinvolgono quasi tutti gli stati del mondo. Il materiale compromettente è stato raccolto dallo studio legale in oltre 40 anni di lavoro. In Serbia ben 28 titolari d’azienda hanno completamente nascosto la propria identità attraverso l’uso di prestanomi e fiduciari messi a disposizione della società di Panama. Altre aziende, oltre agli imprenditori sono presenti in zona Off-Shore e anche nell’isola di Cipro che ancora oggi è considerata poco sicura per gli investimenti. Diversi Imprenditori Serbi sono rimasti coinvolti. Alcuni di essi sono noti al pubblico e in chiaro conflitto con la legge.

Read More...

2016 Italia sommersa dalle Tasse nella UE siamo i Primi per pressione Fiscale

L’Italia può vantare un grande primato siamo il primo paese per tassazione. Le tasse hanno raggiunto livelli incredibili! Che dovresti fare per salvarti? Vieni in Serbia e investi in uno stato con tassazione al 15% sugli utili. In Italia invece un’impresa italiana paga ogni anno il 64,8% dei profitti in tasse e contributi, perde 269 ore per gli adempimenti fiscali e spende 7.559 euro, per essere “in regola”. Qual’è il risultato? l’Italia è prima per l’imposizione fiscale e ultima nell’indice della libertà fiscale misurato dal Centro Studi Impresalavoro. La graduatoria stilata dal centro studi riguarda 29 paesi europei, classificati in base a sei indicatori: procedure ed ore per pagare le tasse (Italia sestultima), total tax rate su imprese (ultima) e famiglie (sestultima), costo per pagare le tasse (ultima), pressione fiscale sul PIL (la settima peggiore), variazione della pressione fiscale dal 2000 al 2014 (quartultima). Lo vederebbe anche un cieco, i due indicatori peggiori per l’Italia sono il total tax rate sulle imprese, che misura la quota di profitti che una media azienda paga ogni anno allo stato sotto forma di tasse e contributi sociali, il costo per pagare le tasse, e poi per non farsi mancare nulla una sorta di tassa sulle tasse rappresentata dai costi delle procedure, e per finire il tempo necessario e relativo costo del personale, sostenuto sempre da una media azienda, per essere in regola con il Fisco.

Read More...

Il Lato Oscuro del Fisco Italiano – La Tassazione inconsapevole

In Italia Paghi tasse e ne paghi tante, tantissime ma non te ne accorgi nemmeno. Il lato oscuro delle tasse è come la tua ombra di notte: non la vedi se sei al buio. E con il fisco in Italia succede la stessa cosa. Siamo nel buio assoluto. La maggioranza dei prelievi è invisibile, nascosta, occulta. Il contribuente Italiano non si accorge nemmeno di versare denaro nelle casse dell’erario. In Serbia invece Il fisco è trasparente, contrariamente a quello che accade in Italia dove le tasse hanno raggiunto il 67% annuo , in Serbia la tassazione è del 15% sugli utili e puoi scaricare quasi tutto. Oggi in piena ricostruzione il paese sta vivendo una vivace crescita sia sul piano degli investimenti esteri che sviluppo economico a ritmi molto sostenuti. Ma torniamo in Italia dove troviamo il fenomeno delle tasse invisibilmente occulte?

Read More...

Esenzione fiscale in Serbia- Raddoppiate le Zone Franche da 7 a 14 in soli 3 anni

Esenzione fiscale – La Serbia preme l’accelleratore della macchina e la crescita economica schizza in avanti. Ma perchè una zona franca è così importante per l’economia e per gli investimenti? Semplice perchè in queste zone vige l’esenzione fiscale IVA e Dazi doganali. In questi anni la Serbia grazie alle politiche in materia fiscale lanciate dai vari governi del paese sta vivendo una crescita economica impetuosa e rapidissima. Sono moltissime le aziende (italiane) che arrivano dall’estero per insediarsi dentro e fuori le Zone Franche e avvantaggiarsi in un momento di crisi globale della Politica Fiscale della Repubblica di Serbia. Le zone franche d’altronde ti danno la possiblità di godere di grandisismi vantaggi fiscali sia per le merci in entrata che sono esneti dai dazi oganali, quindi le aziende possono rifornirsi di materie prime senza dover sdoganare e pagare dazio e Iva , trasformare le merci e poi far ripartire il prodotto finito verso altri paesi.

Read More...

Incentivi agli investimenti in Serbia e Tasse che differenze ci sono con l’italia

Incentivi agli investimenti in Serbia e Tasse che differenze ci sono con l’italia ? https://italiaserbia.pro/fiscalita-contribuzione-serbia/ Lo sapevi che se apri una società in Serbia con oltre 100 dipendenti non paghi tasse per 10 anni in quel paese? Lo sapevi che il trattato Bilaterale contro la doppia imposizione fiscale fatto tra Italia e Serbia prevede che se le tasse le paghi in Serbia non le paghi in Italia? Fill out my online form. Use Wufoo templates to make your own HTML forms.

Read More...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni su cosa sono i cookie e la privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie policy

Per conoscere meglio la privacy policy del sito web e l'uso dei tuoi dati nel caso in cui compili form del sito ti consigliamo di visitare la pagina della Privacy policy

Chiudi