SERBIA : SCAMBI SENZA LIMITI IN TUTTO IL MONDO

Grazie agli accordi di libero scambio con i seguenti Paesi, esportsa in tutto il mondo dalla serbiala Serbia è il luogo ideale per aprire il centro manufatturiero o distributivo per servire i mercati:

  • Federazione Russa
  • Europa sud-orientale
  • Paesi dell’UE
  • AELS
  • Stati Uniti
  • Bielorussia
  • Turchia.

Oltre alla Comunità degli Stati Indipendenti, la Serbia è l’unico paese che gode di un accordo di libero scambio con la Russia.

 

exoprt dalla serbia in tutto il mondo usa russia turchia

UE

Esistono solo i limiti alle esportazioni di vitello, zucchero e vino, e queste sono limitate da quote annuali. Le importazioni dall’UE sono esenti dai dazi doganali per la maggior parte dei prodotti

CEFTA

Oltre allo scambio esente dei dazi doganali tra i Paesi membri, l’accordo stabilisce l’accumulo di origine dei prodotti, il che significa che i prodotti esportati dalla Serbia sono considerati di origine serba se i materiali integrati provengono da altri Paesi CEFTA, Unione europea, Islanda, Norvegia, Svizzera (compreso il Liechtenstein) o Turchia, purché tali prodotti abbiano subito una trasformazione sufficiente, i.e. se almeno il 51% del valore aggiunto del prodotto provenga dalla Serbia (se il valore aggiunto è superiore al valore dei materiali utilizzati in Serbia).

EFTA

I prodotti industriali esportati dalla Serbia negli Stati membri dell’EFTA (Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) sono esenti dal pagamento dei dazi doganali, ad eccezione di un numero molto limitato di beni, compresi i pesci e altri prodotti ittici. I dazi doganali per le importazioni di prodotti industriali originari degli Stati membri dell’EFTA saranno gradualmente aboliti entro il 2014. Il commercio di prodotti agricoli è disciplinato da accordi specifici, stipulati con ogni Paese membro dell’AELS, che riconoscono delle concessioni reciproche per categorie specifiche di prodotti.

Federazione Russa

L’accordo stabilisce che i beni prodotti in Serbia, cioé quelli che hanno almeno il 51% del valore aggiunto della Serbia, sono considerati di origine serba ed esportati in Russia esenti da dazi doganali. L’elenco dei prodotti esclusi dall’accordo di libero scambio è soggetto a revisione annuale.

A partire dal marzo 2012, l’elenco dei prodotti esclusi include: pollame e rifiuti commestibili, alcuni tipi di formaggi, zucchero, spumante, etil-alcool, tabacco, filati di cotone, tessuti, alcuni tipi di compressori, trattori e autovetture nuove e usate. Inoltre, esiste l’elenco dei prodotti provenienti dalla Russia che sono esclusi dall’accordo.

Bielorussia

Ci sono solo poche eccezioni all’accordo tra la Bielorussia e la Serbia che riguardano zucchero, alcool, sigarette, auto usate, autobus, e pneumatici.

Turchia

Le aziende possono esportare dalla Serbia in Turchia senza pagare i dazi doganali. Le importazioni di prodotti industriali provenienti dalla Turchia sono generalmente esenti dai dazi doganali; tuttavia i dazi saranno progressivamente eliminati per un gran numero di prodotti nel corso del periodo di sei anni, fino al 2015. I dazi doganali restano invece in vigore per i prodotti agricoli.

Kazakistan

L’accordo è in vigore dal 2011. La lista di prodotti che non rientrano nell’accordo di libero scambio include carne, formaggio, vino. Veicoli a motore ed diversi altri gruppi di podotti.

 

Compila il mio modulo online .
Utilizzare i modelli di Wufoo per rendere i propri moduli HTML.

 



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni su cosa sono i cookie e la privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi la Cookie policy

Per conoscere meglio la privacy policy del sito web e l'uso dei tuoi dati nel caso in cui compili form del sito ti consigliamo di visitare la pagina della Privacy policy

Chiudi